Vai al contenuto

Virus delle Ali Deformi (DWV)

Il Virus delle Ali Deformi (DWV) è un tipo di virus a RNA che colpisce le api mellifere (Apis mellifera) ed è parte di un gruppo di 22 virus noti per influenzare questi importanti impollinatori. Sebbene il suo ospite principale sia l’ape mellifera, il DWV è stato osservato anche in altre specie di api come Bombus terrestris, suggerendo una gamma di ospiti potenzialmente più ampia di quanto si pensasse in precedenza. Questo virus è stato identificato per la prima volta in api mellifere sintomatiche in Giappone all’inizio degli anni ’80 ed è stato successivamente trovato in tutto il mondo. È stato rilevato anche nei cestelli del polline e persino nei bombi allevate commercialmente. L’acaro Varroa è un vettore significativo del DWV all’interno delle colonie di A. mellifera, contribuendo alla sua diffusione.

 

Caratteristiche Genetiche Virus delle Ali Deformi (DWV)

 

Il DWV possiede un genoma a RNA, con una lunghezza di 10.140 nucleotidi (escludendo la coda di poli(A)). Il suo genoma codifica una grande poliproteina con un peso di 328 chilo Dalton (kDA), composta da tre principali proteine strutturali – VP1, VP2 e VP3. Queste proteine sono associate alla sezione N-terminale della poliproteina. La regione C-terminale contiene sequenze tipiche di proteine non strutturali ben caratterizzate dei picornavirus, tra cui un elicasa a RNA, una proteasi chymotrypsin-like 3C e una RNA-dependent RNA polimerasi. Inoltre, VPg, una piccola proteina, stabilizza l’estremità 5′ del genoma dell’RNA per la replicazione e la traduzione.

 

Struttura Virale e Distribuzione

 

I virioni di DWV sono particelle icosaedriche di 30 nanometri composte da un genoma di RNA a singolo filamento positivo e tre principali proteine strutturali. Il virus è concentrato principalmente nelle teste e negli addomi delle api adulte infette, con titoli inferiori nel torace. La reazione a catena della trascrittasi inversa-polimerasi può rilevare il virus in varie parti del corpo delle api infette, tranne che nelle zampe.

 

Sintomi e Impatto

dwv

 

Si sospetta che il DWV causi deformità nelle api mellifere, in particolare nelle ali e negli addomi, quando le colonie sono infestate dagli acari Varroa. I sintomi includono ali ridotte, addomi arrotondati, alterazioni del colore e paralisi degli arti. Le api che manifestano questi sintomi hanno spesso una durata di vita ridotta e vengono spesso espulse dall’alveare. La gravità dei sintomi è strettamente legata ai titoli elevati di DWV, con api asintomatiche provenienti dalle stesse colonie che mostrano titoli inferiori. Il DWV può persistere in modo subdolo nelle popolazioni di api anche in assenza di acari, diffondendosi attraverso la trasmissione orale tra gli adulti, verticalmente attraverso le ovaie delle regine e potenzialmente attraverso lo sperma dei droni.

 

Trasmissione da Varroa Destructor

 

Varroa destructor, un acaro che infesta le arnie delle api, è un vettore significativo per il DWV. Gli acari non solo concentrano il virus, ma possono agire anche come “incubatori”, aumentandone l’impatto sulle api e sulle arnie. Studi indicano che Varroa destructor porta livelli più elevati del virus rispetto alle api gravemente infette. L’acaro è stato dimostrato aumentare la frequenza delle infezioni da DWV dal 10 percento al 100 percento, contribuendo al declino delle colonie. L’interazione tra gli acari Varroa e il DWV potrebbe causare immunosoppressione nelle api, rendendole più suscettibili ad altri patogeni e potenzialmente contribuendo al disturbo del collasso delle colonie.

 

Impairment Cognitivo e Altri Effetti

 

Le infezioni da DWV sono state associate a deficit comportamentali nelle api mellifere, influenzando la loro reattività agli stimoli e le funzioni cognitive. Le api infette mostrano compromissioni nell’apprendimento associativo e nella ritenzione della memoria, mentre paradigmi di apprendimento non associativo rimangono inalterati.

 

Virus Kakugo e Comportamento Aggressivo

 

Un virus correlato, il virus Kakugo, condivide un alto grado di similarità di sequenza con il DWV. È considerato un sottotipo del DWV ed è presente esclusivamente nei corpi a forma di fungo delle api aggressive e guardiane. Le api colpite dal DWV presentano titoli misurabili del virus nelle loro teste, mentre le api asintomatiche producono titoli principalmente nei loro addomi o toraci.

 

Il Virus delle Ali Deformi rappresenta una minaccia significativa per le popolazioni di api mellifere, con gli acari Varroa che ne aumentano l’impatto. Le complesse interazioni del virus con gli acari, i suoi effetti sul comportamento e sulla salute delle api e il suo potenziale ruolo nel disturbo del collasso delle colonie evidenziano l’importanza di continui sforzi di ricerca e gestione per salvaguardare le popolazioni di api mellifere e il loro ruolo fondamentale nell’impollinazione.

Invia Una Mail
Chiamaci Ora